Abbazia di Fruttuaria

Abbazia di Fruttuaria Fruttuaria è un'abbazia fondata poco dopo l'anno mille, nel territorio di San Benigno Canavese, da Guglielmo da Volpiano, figura di primo piano della Riforma cluniacense.

I mosaici

Gli elementi artisticamente più rilevanti emersi durante gli scavi sono i resti del raffinato pavimento musivo dell'area presbiteriale, realizzato con tessere bianche e nere (con limitati inserimenti di tessere colorate) che disegnano motivi geometrico-vegetali e figure di animali fantastici. Si tratta di un'opera databile alla seconda metà dell'XI secolo.
La decorazione musiva constava di due ampi pannelli rettangolari, posti ai lati dell'altare, raffiguranti animali fantastici affacciati tra loro; di fronte all'altare, in posizione ribassata, si disponeva una fascia costituita da cerchi che s’intersecano, variamente adornati con motivi geometrico-vegetali e piccoli figure di uccelli; al sotto di un gradino, andando verso la navata, trovava posto un'altra fascia formata da pannelli rettangolari con rombi che racchiudono ancora figure di volatili, mentre altri pannelli, che riprendono l'immagine del grifo e dell'albero della vita, delimitavano la fascia.

Particolarmente suggestivo (al punto da essere stato scelto come emblema dei mosaici ritrovati) è il pannello rettangolare, egregiamente conservatosi, che mostra due grifi alati che si affrontano. Le due figure animali sono poste al centro di in un riquadro delimitato da una treccia con tondi in cotto; tra di esse è posto un tralcio vegetale raffigurante l'albero della vita. I due grifoni, con la loro duplice natura (testa di aquila e corpo di leone), simboleggiano verosimilmente la figura di Cristo, Dio e Uomo allo stesso tempo.

Clicca qui per leggere ulteriori informzioni su Wikipepia